Bookmark and Share
 

   NEWS

02-10-2017
II Settimana Nazionale della Dislessia!
Dal 2 all’8 ottobre è in programma la Seconda Settimana Nazionale della Dislessia, evento promosso dall’AID (Associazione Italiana Dislessia), che ormai da vent’anni è impegnata ad accrescere la consapevolezza e la sensibilità nei confronti della dislessia e degli altri DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) (se ne legga ampiamente anche nel box in calce).
Quest'anno l'evento si propone di mettere in luce le potenzialità dei bambini e dei ragazzi con DSA piuttosto che le loro difficoltà. Da qui l’idea di leggere l'acronimo che identifica i Disturbi Specifici dell'Apprendimento, DSA, da un altro punto di vista: “DSA? Diverse Strategie di Apprendimento” - Conoscerle per fare la differenza. Il titolo dell'evento di quest'anno parte dal presupposto che le persone con Disturbi Specifici dell’Apprendimento hanno un diverso modo di apprendere e per loro sono necessarie strategie differenti rispetto a quelle usate canonicamente. Comprendere le loro difficoltà e il loro modo di pensare, creativo e divergente, ci permette di trovare nuove risorse e di fare la differenza, nel percorso verso l'inclusione e il successo scolastico e lavorativo.
Come già nell’edizione d’esordio dello scorso anno, anche questa volta è previsto un articolato programma che includerà circa 400 iniziative di informazione e sensibilizzazione in 88 Province italiane, a cura delle varie Sezioni dell’AID. Saranno inoltre circa 300 gli Enti Pubblici e le Istituzioni Scolastiche coinvolte come partner dell’iniziativa.
Da ricordare che anche quest’anno la Settimana Nazionale si terrà in concomitanza con l’European Dyslexia Awareness Week, promossa dall’EDA (European Dyslexia Association). (S.B.)
Il più diffuso DSA (disturbo specifico di apprendimento) è la dislessia, cioè il disturbo specifico della lettura, che si manifesta e si evolve in concomitanza dell’inizio dell’attività scolastica, quando emergono le prime difficoltà nell’attivare in maniera fluente e senza affaticamento tutte quelle operazioni mentali necessarie per leggere, quali riconoscere le lettere singole, le sillabe e quindi le parole, associandole ai suoni corrispondenti. Frequenza degli errori e lentezza nella decodifica ne sono i tipici aspetti: il bambino può, per esempio, presentare difficoltà nel riconoscere, scambiandoli tra loro, grafemi che differiscono visivamente per piccoli particolari quali: “m” con “n”, “c” con “e”, “f” con “t”, “a” con “e”.

Fonti:
www.aiditalia.org

Se vuoi leggere l'articolo originale clicca qui:
http://www.pressin.it/leggi.php?idarticolo=53642



 

Archivio news:


08-10-2017
Un portale per le scuole amiche della diselssia
Dal 5 ottobre sulla piattaforma
02-10-2017
II Settimana Nazionale della Dislessia!
Dal 2 all’8 ottobre è in programma la Seconda Se...
15-04-2017
AUGURI DI BUONA PASQUA
L'APAV augura a tutti vo...
15-04-2017
Dislessia, c'è una proposta di legge
ROMA. Dalla formazione obbligatoria per i docenti...
12-03-2017
Agevolazioni per i dislessici, dalle lingue all'Iva ridotta
ROMA. Non solo deleghe della Buona Scuola. Il diri...
26-12-2016
Auguri di Buone Feste!!!
L...
15-12-2016
Sportello di consulenza,
15-12-2016
La dislessia in scena: "Dove sei Albert?"
Riva del Garda
Francesco Riva, 22 anni, brillan...
31-08-2016
Riprende lo sportello di consulenza
Da...
25-04-2016
I° MAGGIO COLORIAMO I CIELI XXV edizione
L'Apav invita a partecipare all'evento "

Pagina: 1 2 3 4 5 6 7  >

 
 

Apav - Terni Associazione Parole che volano - sondaggio








Copyright©2017 - APAV - Associazione Parole che Volano - Tutti i diritti sono riservati
Sede Legale via Montefiorino, 12c - Terni C/o CE.S.VOL. - CF/P.I. 91053830559
Telefono: 3894853726 - Contatto e-mail: info@apavterni.it